pastaPrimi piatti

Cargiù marchigiani con il Piave Dop al ragù di ciaiuscolo e Varnelli

NOVITÀ!!! RICEVI LE NUOVE RICETTE IN ANTEPRIMA SU WHATSAPP. salvate il mio numero di telefono  3293619884 come Cibo che Passione e scrivimi su whatsapp il tuo nome e cognome.

Cargiù marchigiani con il Piave Dop al ragù di ciaiuscolo e Varnelli…

Oggi non solo voglio lasciarvi un’idea per un pranzo speciale con cui si uniscono diversi sensi, ma voglio anche parlarvi di un’eccellenza Veneta.

Un piatto che sa di casa, che unisce diversi sapori tipici marchigiani come il Ciaiuscolo (tipico della zona di Colfiorito) e il Varnelli (liquore dal sapore di anice) con il sapore intenso del Piave DOP Veneto.

Proprio questo è il formaggio che ho ricevuto per partecipare al contest della Caseus 2020 “Concorso regionale dei Formaggi del Veneto” con partner media AIFB – Associazione Italiana Food Blogger.

L’evento è promosso da un comitato composto dai sette Consorzi di Tutela dei formaggi DOP del Veneto. Il fine dell’evento è quello far conoscere il più possibile le realtà casearie regionali.

Il formaggio Piave DOP nasce dalla tradizione casearia delle Dolomiti bellunesi e il suo nome deriva dall’omonimo fiume. Il latte che viene utilizzato per realizzarlo proviene esclusivamente dalla provincia di Belluno e viene prodotto, almeno per l’80%, da razze bovine tipiche della zona di produzione: la Bruna italiana, la Pezzata Rossa italiana e la Frisona italiana.

Questo formaggio ha 5 gradi di stagionatura: Piave DOP Fresco dai 20 ai 60 giorni
Piave DOP Mezzano dai 61 ai 180 giorni
Piave DOP Vecchio oltre 6 mesi
Piave DOP Vecchio Selezione Oro oltre 12 mesi
Piave DOP Vecchio Riserva oltre 18 mesi

I Cargiù altro non sono che dei ravioloni, nelle mie zone hanno queste dimensioni un pò estreme e spesso si trovano nelle varie feste di paese.

Cargiù marchigiani con il Piave Dop al ragù di ciaiuscolo e Varnelli

Stampa

Cargiù marchigiani con il Piave Dop al ragù di ciaiuscolo e Varnelli

I Cargiù marchigiani con il Piave Dop al ragù di ciaiuscolo e Varnelli sono un primo piatto molto saporito e gustoso.
Portata Portata principale
Cucina Italiana
Preparazione 50 minuti
Cottura 30 minuti
Riposo 30 minuti
Tempo totale 1 ora 50 minuti
Porzioni 4 persone
Calorie 300kcal
Chef Dina Gintsburg

Ingredienti

Impasto dei cargiù

  • 200 g farina 00
  • 300 g semola rimacinata
  • 5 uova

Ripieno

  • 500 g ricotta di pecora
  • 200 g pavese DOP
  • 4 uova
  • q.b. pepe

Sugo

  • 100 g ciaiuscolo
  • 20-30 ml Varnelli
  • 200 ml polpa di pomodoro
  • 2 scalogni
  • q.b. olio di oliva
  • q.b. sale
  • q.b. pepe
  • q.b. Piave DOP

Istruzioni

  • Iniziare a preparare i Cargiù marchigiani con il Piave Dop al ragù di ciaiuscolo e Varnelli. Iniziare preparando la pasta fresca: in una ciotola versare la farina, la semola e un uovo alla volta, lavorare l'impasto con le mani fino a formare una palla liscia e uniforme.
  • Mettere da parte a riposare l'impasto coperto da un strofinaccio almeno per una mezz'ora.
  • Nel frattempo preparare il ripieno: far scolare la ricotta su un colino per qualche ora in modo che diventi più asciutta. In una ciotola aggiungere alla ricotta, le uova, il Piave DOP e un pizzico di pepe e mescolare.Tenere da parte il composto.
  • Ora passare a preparare il sugo: pulire lo scalogno e tritarlo finemente. Versare un goccio di olio in una padella e soffriggerlo un paio di minuti.
  • Aggiungerci il ciaiuscolo spappolato con una forchetta, la polpa di pomodoro, un pizzico di sale e pepe e sfumare con il varnelli.
  • Continuare la cottura a fuoco basso per almeno una mezz'ora così ora potrete dedicarvi alla pasta fresca.
  • Stendere la sfoglia a mano o con l’aiuto della macchinetta nonna papera, deve risultare molto sottile.
  • Ricavare con un coppapasta o un bicchiere tanti cerchi, disporre in mezzo la ricotta e chiudere a mezza luna, con i rebbi della forchetta sigillate la pasta per dare la forma di mezzaluna. (qui dalle mie parti si trovano di dimensioni esagerate ma zona che vai e forme e dimensioni che cambia).
  • Far asciugare un po i cargiù ben distanziati tra di loro e cuocerli in acqua bollente e salata per almeno 10 minuti, il tempo di cottura varia dalle dimensioni che avrete realizzato dei vostri cargiù.
  • I miei su richiesta del marito erano delle mezze lune giganti, come si usa dalle nostre parti, quindi tempi di cottura si allungano.
  • Appena pronti aggiungerli al vostro sugo di ciaiuscolo e Varnelli, una bella spolverata di Piave DOP e servire.

Note

Se ti è piaciuta la mia ricetta vienimi a trovare su Facebook! O se preferisci mi trovi anche su Instagram  o su pinterest Potremmo conoscerci e condividere la nostra passione! Ti aspetto anche nel mio gruppo “Il gruppo di cibo che passione

Tags : pastaricotta

Leave a Response

Vota la ricetta