Sponsorizzazioni

Nelle Marche si usa durante le sagre vendere le Cresciole di polenta che altro non sono che della polenta fritta fatta a crescia. La versione che vi presento io è molto semplificata e veloce, ideale per quando vi avanza della polenta in casa e si può usare in maniera golosa. 
Perché in cucina non si butta via nulla, ma tutto si ricicla. 
E allora se vi avanza un po’ di polenta perché non farci delle ottime e gustosissime frittelle dolci?

Cresciole di polenta.

Dosi:

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Ingredienti:

  • 350 g di polenta giò cotta
  • 150 g di farina 00
  • zucchero semolato q.b.
  • olio di semi per friggere q.b.

Procedimento:

Iniziare a preparare le Cresciole di polenta. In una ciotola sgranare la polenta avanzata con le mani. Poi un pò alla volta aggiungere la farina fino a quando non otterrete un impasto omogeneo, liscio e non appiccicoso.

Trasferire l’impasto su una spianatoia, dividetelo in palline di uguale dimensione e con un matterello stendere ciascuna pallina cercando di dargli una forma circolare di diametro di circa 15 cm, devono essere molto sottili.

Portare l’olio a ebollizione e immergere una alla volta le vostre frittelle. Quando saranno completamente dorate sono pronte. Scolatele, asciugatele con della carta assorbente e spolveratele con abbondate zucchero semolato. Ottime servite ancora calde.

Se ti è piaciuta la mia ricetta vienimi a trovare su Facebook! O se preferisci mi trovi anche suInstagram! Potremmo conoscerci e condividere la nostra passione! Ti aspetto

2 commenti

    1. Se ti capita Elena, provale, qui le trovi a tantissime feste di paese, ovviamente calde hanno un loro perché

Leave a Response